Tecnica chirurgica

Tecnica chirurgica

La laparoscopia è un intervento chirurgico specialistico che permette l’esecuzione di trattamenti ginecologici senza l’apertura della parete addominale, utilizzando alcune piccole incisioni sulla cute. Dopo aver eseguito l’anestesia generale, uno strumento denominato “Manipolatore uterino” viene introdotto per via vaginale nell'utero al fine di mobilizzarlo secondo le necessità.

Si esegue quindi una piccola incisione di 1 cm. in prossimità dell’ombelico attraverso cui un gas (anidride carbonica CO2) è introdotto nella cavità addominale. Alcune volte, quando la patologia riscontrata risulta molto voluminosa, si procede ad un ingresso circa 2-3 cm al di sopra dell’ombelico per consentire una migliore visione degli organi pelvici.

Il gas permette una separazione tra la parete addominale e gli organi pelvici creando uno spazio virtuale in cui risulta possibile muovere gli strumenti endoscopici. Nella parete addominale vengono inseriti quattro cilindri metallici chiamati Trocar. Quello centrale presenta un diametro di 10 mm., i tre accessori misurano 5 mm. o 10 mm. di diametro. Attraverso la via di accesso centrale a livello ombelicale o, in alcuni casi, qualche centimetro al di sopra, viene inserita l’ottica laparoscopica. L’ottica viene quindi collegata ad una telecamera ed introdotta attraverso l'incisione centrale. E’ così possibile per l’equipe operatoria eseguire la procedura chirurgica osservando le immagini su di un monitor.

Al termine dell'intervento gli accessi cutanei verranno chiusi mediante una sutura intradermica con punti riassorbibili che non necessitano di essere rimossi o in casi limitati le brecce vengono chiuse con suture tradizionali non riassorbibili che necessitano di essere rimosse dopo circa dieci giorni. Durante questo periodo le ferite verranno protette da un piccolo bendaggio, che dovrà rimanere asciutto e pulito sostituendolo almeno ogni due giorni. La durata dell'intervento chirurgico eseguito per via laparoscopica è variabile (15-30 minuti per un intervento diagnostico, un'ora o più per interventi più complessi).